Cesco sogna, anche a Bergamo.

Venerdi 29 novembre alle ore 18.45 vi aspettiamo nel punto vendita “Libreria Ubik” di Bergamo in via Borgo Santa Caterina 19/C, per la presentazione di “Cesco, sogna!”, edito da Albatros. L’autore Alessandro Lucà incontrerà i lettori e firmerà le copie del suo nuovo romanzo.

SARDINE

SARDINE Buon giorno a tutti e ben trovati! Siamo pronti ad entrare nel magico mondo delle sardine? Sì perché oggi sono risalite alla ribalta della cronaca.. ma hanno in realtà una storia millenaria che merita tutta la nostra attenzione e rispetto. E conoscenza. La “Sardina pilchardus” (comunemente conosciuta come sardina) Leggi tutto…

VOLA ALTO

È un nuovo inizio. Una nuova alba. In una domenica mattina di novembre, con le strade deserte e la brina padana, c’è un treno speciale che ci sta aspettando. Il treno che ci porterà a conoscere un uomo con una storia unica alle spalle ed un presente tutto da vivere.  Leggi tutto…

ULTIMO

PRIMA PARTE Sono le 21.45 di un giorno “non qualunque” per il sottoscritto e chissà per quanti di voi. Il mio giorno “non qualunque” è per questi due motivi che il caso vuole siano legati in modo indissolubile. numero 1, prendete nota, oggi e ancora per poche ore è San Leggi tutto…

La compagnia di Cesco

E così lo abbiamo fatto davvero! Attraverso una sceneggiatura teatrale, appositamente scritta, abbiamo preparato il book trailer del romanzo “Cesco, sogna!”. Di Alessandro Lucà e con la regia di Antonio Santoro. Con la partecipazione straordinaria di: Giuseppe “Beto” Tonolini, Barbara Baiguera, Luca Cremonini, Tatiana Costa Gaffo, Antonio Piazza, Laura Furlani, Leggi tutto…

Fuck-Gogh!

Corre l’anno 2005. Io e gli amici Blodio, Pierpaolo Corini e Paul Mellory iniziamo a scrivere a “otto mani” un romanzo interamente ambientato a Brescia. Folle. Commovente. Irriverente. Strampalato. Così come i suoi personaggi: Giorgio, Vittorio, Beatrice e Salvatore. Serate indimenticabili, nel mio appartamento, mischiando le nostre vicende personali con Leggi tutto…

CAROTE

“Papà, papà!” Ecco, sento il richiamo che arriva dall’altro lato dell’appartamento mentre sto spadellando in cucina. Una mano impegnata a mescolare quello che a breve diventerà il nostro pranzo e l’altra occupata a reggere il boccale di birra che non aveva altro che il compito di accompagnare il lavoro domestico. Leggi tutto…

CIAO PAPA’

Ciao papà, non avrei voluto mai scriverti ma gli eventi e le circostanze mi spingono a farlo. Non ti preoccupare non è accaduto nulla di grave. O per lo meno nulla di irreparabile. Mmmm.. forse non ti è piaciuto l’inizio un po’ informale di questa lettera, vero? Hai ragione ma Leggi tutto…